Tour to Dead Sea

Il confine occidentale della Giordania si estende sotto il livello del mare per la maggior parte dei suoi 360 km di lunghezza, seguendo la linea della spaccatura della Giordania. Al suo centro è il Mar Morto, oltre 400 metri sotto il livello del mare – il punto più basso sulla terra. Fa parte della Grande Rift Valley, che si estende dalla Turchia meridionale attraverso la Siria, la Giordania e il Mar Rosso, verso ovest fino all’Africa Orientale e verso sud fino al Mozambico.|

I cataclismi che crearono la spaccatura iniziarono circa 30 milioni di anni fa e ricorsero 15.000 anni fa, formando le montagne che si elevano ad est a circa 1.500 m sopra il livello del Mar Morto. Fino a 100.000 anni fa, la spaccatura era un’estensione del Mar Rosso; poi le acque si ritirarono, formando il lago salino di Lisan, 200 metri più alto di quello che è oggi il Mar Morto. Nel 10.000 a.C. questo si ridusse ulteriormente, lasciando il Mar Morto e il lago di Tiberiade, collegati tra di loro dalla valle del Giordano.

Tiberiade divenne un lago di acqua dolce, ma il Mar Morto, senza sbocco, rimase salino. Siccome le sorgenti del fiume Giordano sono deviate da Israele e la Giordania le incanala per soddisfare la propria necessità di risorse idriche, il livello del Mar Morto è fortemente diminuito negli ultimi 50 anni – e continua a diminuire di circa un metro ogni anno, mentre la frattura è ancora in movimento.

Il bitume era raccolto ogni anno dal Mar Morto dai Nabatei, e venduto con profitto agli egiziani per il loro processo d’imbalsamazione; oggi compare raramente. Attualmente, il prodotto principale è il cloruro di potassio, insieme al sale da tavola e ai preparati cosmetici