Il clima in Giordania

Anche se la Giordania è un paese relativamente piccolo, con una superfice di circa 100.000 metri quadrati, presenta tre diverse zone climatiche. La zona più grande è quella del deserto che copre circa l’80% del territorio. Le alture montagnese occidentali invece, ospitano le maggiori città, distretti urbani e siti archeologici. Infine la valle del Giordano, situata circa 300 metri sotto il livello del mare, offre un clima completamente diverso dal resto del paese.
La Giordania ha 4 distinte stagioni: l’inverno e la primavera sono relativamente brevi, mentre l’estate è lunga, prevalentemente secca e calda. Il basso livello di umidità permette che le alte temperature siano ben sopportabili, anche sopra i 30 gradi. In ogni caso non si raggiunge il caldo estremo dei Paesi del Golfo e raramente il termometro supera i 35 gradi, neppure nei mesi più caldi. Le notti sono fresche in tutte le zone rialzate e in media la Giordania registra 310 giorni di sole l’anno.
La caduta di piogge inizia alla fine di Novembre e può verificarsi fino a Marzo. Precipitazioni nevose possono registrarsi occasionalmente tra Dicembre e Febbraio soprattutto a Petra, Amman e in alcune delle zone montagnose occidentali.

In breve, la Giordania presente estati secce ed inverni piovosi, relativamente freddi. La stagione turistica più frequentata va da Marzo fino a Maggio e da Settembre fino a Novembre; anche le estati permettono una piacevole visita del paese non essendo il caldo umido.

In media, queste sono le temperature diurne registrate ad Amman durante il corso dell’anno:
Gennaio (5-13 °C)

Febbraio (6-13 °C)

Marzo (9-17 °C)

Aprile (14-25 °C)

Maggio (20-28 °C)

Giugno (22-31 °C)

Luglio (23-32 °C)

Agosto (23-32 °C)

Settembre (18-30 °C)

Ottobre (14-26 °C)

Novembre (9-21 °C)

Dicembre (5-14 °C)