Shobak Castle Jordan

A circa 25 km a nord di Petra un castello imponente domina su un cono di roccia che si erge su di un paesaggio aspro e selvaggio. Oggi prende il nome dal vicino villaggio di Shobak, ma per i Crociati era Crak de Montréal – la fortezza del monte reale. Fu costruito nel 1115, sotto il regno di Baldovino I di Gerusalemme, il primo di numerosi castelli progettati per proteggere la nuova provincia di Oultrejourdain dai nemici musulmani, che attaccavano dalla rotta che collegava la Siria all’Egitto – la vecchia Autostrada del Re.

 

 

Montréal fu la residenza di Roman du Puy, primo signore d’Oultrejourdain, ma nel 1132 fu data a Payan de Bouteiller, che si spostò a Karak dieci anni dopo. Montréal rimase un’importante postazione di difesa per i Crociati – fu assediata dal Saladino prima nel 1171, e poi nel 1187, dopo la sconfitta dei crociati ad Hattin.

Gli Ayyubidi tennero il castello fino al 1260, quando il nuovo Sultano mammalucco in Egitto, Baybars, sottopose l’intera regione al suo dominio. Oltre a una chiesa, una cappella crociata e un palazzo Ayyubida, la maggior parte di ciò che è ancora visibile oggi risale al restauro dei Mammalucchi del XIII secolo, tra cui spicca un bel fregio in calligrafia araba che si trova attorno alle mura. Il dominio ottomano fu sostituito dal controllo degli sceicchi locali fino al XIX secolo ed il castello fu abitato da poche famiglie del luogo fino agli anni 1950.