qasr el mushatta tours

Il palazzo più riccamente decorato fra tutti quelli degli Ommayyadi in Giordania era Qasr al-Mushatta, vicino all’Aeroporto Internazionale Regina Alia, a sud di Amman. Poco rimane delle vivaci e delicate sculture in pietra che una volta adornavano la facciata – nel 1903 il sultano ottomano Abdul Hamid II le regalò al Kaiser Guglielmo II. Oggi si trovano a Berlino.

Qasr al-Mushatta è una grande struttura quadrata circondata da mura, con torri rotonde agli angoli e cinque torri semicircolari a intervalli regolari su entrambi i lati, tranne che quello a sud, il cui centro è occupato dalla porta. È a entrambi i lati di questa porta, che le magnifiche sculture di 5 metri di altezza si trovavano in origine, disposte su una serie di triangoli rettangoli invertiti.

Un complesso di edifici proprio dietro la porta portava ad un ampio cortile centrale, con una sala reale per le udienze ed una residenza alla sua estremità, probabilmente costruite per il califfo Walid II. La sala per le udienze è a forma basilicale quando si entra dal cortile, con un’abside a tre navate che potrebbe essere stata sovrastata da una cupola di legno. Su entrambi i lati, gli edifici erano coperti da volte a botte di mattoni di fango cotti al forno, ed alcune di esse sono ancora visibili. Come Qasr al-Tuba, l’edificio non fu mai completato.